Occhi Blu Nei quali perdersi...  Eleganza  Seducente...         Il Compagno Più fedele...          Questo è il Ragdoll

Ragsdollsdolly Ragdoll


siamo membri TICA 

Igene del gatto

LA TOLETTATURA del ragdoll non è particolarmente impegnativa, basta procurarsi un pettine di metallo con denti a doppio lato (stretto/largo) e pettinarlo due volta a settimana.

Si pettina prima, con il lato a denti larghi, in direzione del pelo e poi contropelo, in modo da rimuovere delicatamente la polvere, il pelo morto ed eventualmente qualche piccolo nodo. Si passa poi con il pettine a denti stretti.
Nel periodo della muta (primavera estate) questa operazione va ripetuta più volte al giorno; del resto chi decide di adottare un ragdoll deve essere disposto a ritagliarsi qualche minuto ogni giorno per accudirlo.

 

IL BAGNO: Il gatto è molto pulito ma ogni tanto, specialmente in estate, è preferibile fargli un bagnetto. E’ importante quindi abituarlo all’acqua fin da piccolo, senza traumatizzarlo e se reagisce con ostilità, non insistere.
La temperatura dell’acqua deve essere all’incirca di 36°- 37°gradi ed è importante utilizzare uno shampoo specifico per gatti, altrimenti si rischiano irritazioni cutanee.

 

IGIENE ORALE: I denti da latte crescono tra la seconda e la sesta settimana di vita, quelli definitivi a partire dal quarto mese. Il tartaro tende a depositarsi sui denti col passare del tempo, utilizzando mangiare secco, duro e croccante si tende a eliminare il tartaro per attrito.

 

PULIZIA DELLE ORECCHIE: La regola di base è toccarle il meno possibile. Non utilizzare mai tamponi auricolari né detergenti a base acquosa o alcolica, il veterinario vi consiglierà un detergente appropriato.

 

 

IGIENE DIGESTIVA: In molti casi si formano nello stomaco del gatto palline di pelo, questo a causa dell’ingestione del pelo durante la pulizia; purtroppo i gatti sono incapaci di espellere dalla bocca l’accumulo di peli morti a causa delle centinaia di barbe rivolte verso l’interno, che ricopre la loro lingua.
Di solito ingerire il pelo non comporta problemi ma in caso di accumulo nello stomaco c’è il rischio di formazione di boli di pelo; i primi segnali di questa patologia sono costipazione, tosse ed affanno, in particolare dopo un pasto, scarso interesse nel cibo.
La cosa migliore da fare per prevenire questo problema è spazzolarlo regolarmente in modo da rimuovere il pelo morto dalla pelliccia rendendo l’ingestione di pelo molto meno probabile.
Il ragdoll ama essere spazzolato perciò questa sarà un’ ottima occasione per creare un legame affettivo con il vostro cucciolo e rilassarvi mentre lo spazzolate, maggior cura, va prestata durante i periodi di muta ( in primavera ), ripetendo l’operazione più frequentemente.
In commercio esistono diversi prodotti per prevenire questi disturbi, come la pasta Remover da dare al proprio gatto 2 volte a settimana e dei croccantini specifici per espellere il pelo morto attraverso le feci.